designer  |  prodotti  |  aziende  |  organizzazioni  |  definizioni  | musei  |  riviste  |  libri  |  materiali  |  scuole

Michele De Lucchi - architetto - designer

Michele De Lucchi

(1951)
architetto - designer


Nato a Ferrara, Michele De Lucchi ha studiato a Padova e Firenze, Italia, dove si è laureato in architettura nel 1975. Il suo approccio alla creazione di nuovi stili nel design ha giocato un ruolo importante nei movimenti Cavart, Alchimia, e Memphis.

Cavart è un movimento architettonico il cui nome è stato creato usando le parole "cava", in inglese "cave", e "arte" in inglese "art". Il gruppo Cavart venne formato durante una competizione per la trasformazione delle rocce vulcaniche nella zona di Padova, e una volta stabilito divenne un centro intellettuale di risorse che, fra le varie cose, organizzava seminari sull' architettura e l' urbanistica. L' approccio sperimentale ed innovativo di Michele De Lucchi alle teorie del design è il punto focale del dibattito teorico del gruppo sull' architettura radicale contemporanea.

Alchimia è un gruppo designer industriali di avanguardia fra cui si trovano gli internazionalmente acclamati designer e architettiAlessandro Mendini, Andrea Branzi, e Ettore Sottsass nell' ambito del quale Michele De Lucchi diede il proprio contributo creando dei design pensati per soddisfare i bisogni di un vasto pubblico, e comunicare morbidezza e sensazioni positive.

Memphis è il famoso movimento iniziato Ettore Sottsass. Ne sono parte i designer George Sowden, Nathalie du Pasquier, Matteo Thun. Il movimento focalizzò sui dei temi di fondamentale importanza nel disegno industriale che Ettore Sottsass ha costantemente sperimentato: uso del colore, l' importanza di considerare temi inesplorati, e l' uso di materiali versatili come i laminati di plastica, ed altri. Come parte del movimento Memphis, Michele De Lucchi sembra essere capace di adattare ed armonizzare espressionismo, metodi di produzione, e nuovi concetti di funzionalità.

Michele De Lucchi ha creato prodotti di disegno industriale per le famose aziende manifatturiere Artemide, Dada Cucine, Kartell, Matsushita, Mauser, Poltrona Frau e Olivetti. Fra i suoi progetti concettualmente maggiormente esplorativi si trovano quelli sviluppati per Compaq Computers, Philips, Siemens and Vitra.

Molte delle sue installazioni sono state adottate per il design degli interni di Deutsche Bank, Deutsche Bundesbahn, Enel, Poste Italiane, Telecom Italia, Banca Popolare di Lodi, e altri uffici internazionalmente.

Michele De Lucchi basa la propria attività professionale creativa sull' esplorazione concettuale dell' architettura, del design, della tecnologia e dell' artigianato. Disegna edifici, esibizioni, installazioni per spazi interni, e prodotti di design industriale.

Fra i numerosi riconoscimenti da lui ricevuti si trovano: Compasso d' Oro, Premio Smau, Office Design Eimu, Deutsche Auswahl, If Hannover, Design Plus, Roter Punkt ed altri.

Selezioni dei suoi prodotti sono esibite in musei di design in Europa, in Giappone, e negli Stati Uniti. Nel 2003 il Centre Georges Pompidou, Parigi, Francia, ha comprato un ampia quantità di lavori di sua creazione per esibirli in collezioni permanenti.

Fra i più importanti prodotti di disegno industriale creati da Michele De Lucchi si trovano:

- La lampada da tavolo Tolomeo prodotta da Artemide nel 1986.
- Il lampadario Acquatinta prodotto privatamente nel 1996.
- Il lampadario Cubetta prodotto privatamente nel 1999.
- La lampada da tavolo Sinerpica prodotta dalla ditta Alchimia nel 1979.
(*)

argomenti affini:

Industrial Design

Italian Design

Alessandro Mendini

Ettore Sottsass


link:
www.amdl.it
www.produzioneprivata.it

Sinerpica - Alchimia - Michele De Lucchi


Tolomeo - Artemide - Michele De Lucchi


Marquita - M-class - Michele De Lucchi


Acquatinta - Produzione Privata - Michele De Lucchi


Gioconda - Olivetti - Michele De Lucchi